Supermarecross 2013 : partecipazione e spettacolo da record a Bibione

Esordio da record per il Supermarecross 2013
Nonostante il maltempo, tutte le classi hanno regalato grande spettacolo a Bibione

mcsoffroad.it
mcsoffroad.it

Record di partecipanti alla prima prova del Supermarecross svoltasi a Bibione il giorno di Pasquetta. Questo primo appuntamento della stagione dedicato al campionato più importante d’Europa che si svolge interamente sulla sabbia, si è disputato di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni che ha potuto assistere a gare combattute tra i rappresentanti delle due e quattroruote artigliate.

Il maltempo che ha imperversato per tutta la settimana con copiose piogge non ha fermato l’ingente lavoro degli addetti del Moto Club BB1 Bibione che a testa bassa hanno affrontato la situazione con successo. La pista già pronta prima del weekend pasquale, per metà si è allagata e con un gran lavoro di ripristino si è realizzata una nuova parte di tracciato per poter svolgere regolarmente la manifestazione. Come dicevamo la pioggia è cessata all’inizio delle prove libere per dare spazio a un pallido sole che ha accompagnato buona parte della giornata. Ben 123 piloti verificati, un buon numero di pubblico assiepato a bordo pista e tanto spettacolo hanno ripagato gli sforzi dell’organizzazione. Poi le molte manche, con numerose partenze, e l’agonismo espresso ha divertito tutti, dunque una bella manifestazione sotto ogni aspetto.

Il Supermarecross 2013 è partito molto bene, il promoter FX Action è riuscito a coinvolgere diversi team del panorama nazionale e molti piloti, tra cui alcuni stranieri, oltre alla novità dei quad. Sono stati questi gli elementi principali che hanno caratterizzato il positivo avvio del campionato Supermarecross edizione 2013.

La classe regina, la MX1, ha visto un gradito ritorno sugli scudi: Marco Maddii (KTM-Madii Racing) ha fatto bottino pieno dimostrando di essere tornato in perfetta forma e sulla sabbia di Bibione non c’è stato avversario ad intimorirlo. Dietro al toscano ancora l’alfiere del Pardi Racing, Daniele Bricca (Honda-Pardi Racing) che con ottime partenze e qualche giro al comando nella prima frazione, ha incamerato un secondo ed un terzo posto di manche molto importanti. Si è messo in luce anche il neozelandese Joel Doeksen (KTM-Maddii Racing) che si è dovuto inchinare solo a Maddii e alla sfortuna. Infatti, peccato per lo stop nella prima frazione che stava dominando, causa la perdita del tappo dell’olio. Doeksen si è poi rifatto in gara 2 con il secondo posto.

MX2 all’insegna di Nicola Recchia (Sherco) si è aggiudicato le due vittorie di manche. Nella prima era partito davanti a tutti il campione in carica Giovanni Bertuccelli (Honda-Pardi Racing) ma poi alcuni errori di guida costringono il messinese a retrocedere. Bertuccelli si è rifatto durante la manche andando a riprendere la seconda piazza. Ottima gara anche per Zeni e Moroni sempre in lotta per il terzo gradino del podio. E’ proprio Zeni il protagonista al via di gara 2 ma Recchia non demorde approfittando quanto il pilota trentino fa spegnere la moto in una curva, involandosi così verso la vittoria. Nell’assoluta di giornata, dopo Recchia sul primo gradino, vi sono Zeni e Bertuccelli nell’ordine ma con lo stesso punteggio incamerato.

Le gare della 125 sono state molto avvincenti e degna di nota la presenza di molti piloti stranieri che alla fine hanno monopolizzato la classifica a scapito dei nostri portacolori. Ha vinto l’assoluta, con un secondo ed un primo posto di manche, il pilota della Repubblica Ceca, Filip Podmol (KTM-Reed Racing) che si è aggiudicato la vittoria assoluta in virtù dell’affermazione in gara 2. Infatti stesso bottino di punti con un primo ed un secondo posto per Kade Tinkler Walker (Suzuki-Team Castellari). Per quabnto riguarda i nostri piloti il più positivo nel mettersi in luce è stato Alessandro Lentini (KTM-Scuderia Milani), quarto in gara 1 e terzo nella frazione conclusiva. Per trovare un altro italiano in classifica dobbiamo andare al quinto posto della generale dove troviamo Thomas Marini (Suzuki-Team Castellari).

La classe Minicross ha visto una positiva presenza di piloti con una ventina di partenti. Su tutti l’ha spuntata Alberto Forato. Nella prima manche è partito nelle prime posizioni superando quasi subito chi gli stava davanti, mentre nella seconda solo all’ultimo giro ha avuto la meglio sul bravo Lugana, secondo assoluto. Terzo si è classificato Andrea Zanotti.

La novità di questa edizione 2013 del Supermarecross è l’introduzione della categoria Quad che per quattro appuntamenti darà vita al Trofeo Supermare Quadcross. I quattroruote a Bibione hanno inscenato quello spettacolo in più che mancava, molto gradito dal pubblico. Qui dopo la pole position mattutina di Nicola Montalbini, reduce da un incidente ma già in netta ripresa fisica, le gare si sono vissute sullo scontro tra lo stesso Montalbini e Andrea Cesari, con quest’ultimo che si è aggiudicato entrambe le frazioni. Terzo assoluto è giunto Simone Mastronardi.

Gara come sempre spettacolare e molto attesa dai piloti che indossato il pettorale Nikon hanno dato vita alla manche che ha chiuso la giornata agonistica e che prevedeva la scesa in campo dei migliori atleti delle classi MX1, MX2 e 125. Ancora una volta si è affermato Marco Maddii, mentre grande prestazione per Giovanni Bertuccelli con la più piccola MX2 è stato molto veloce e spettacolare tanto da arrivare vicinissimo, una decina di metri, dal pilota toscano. Bertuccelli è giunto secondo, mentre terzo Daniele Bricca. Quarta un’altra MX2 guidata da Zeni.

da omnicorse.it