Fiditurismo : indagine sugli hotel di Jesolo, Caorle, Bibione, Chioggia e Sottomarina

«Hotel da riqualificare per vincere la sfida»
Jesolo. Turismo e concorrenza internazionale, proposte le stelle anche per gli appartamenti

fiditurismo_hotel_jesolo_bibione_caorle_sottomarinaStrutture ricettive da rinnovare. Per stare al passo con la domanda internazionale ormai si renderà sempre più necessario avere alberghi e appartamenti moderni e tecnologici, in grado di soddisfare tutte le richieste, anche le più esigenti. I recenti accordi con il mondo del credito lasciano ben sperare e adesso ci sono gli strumenti tecnici e le opportunità per dare quella spinta di cui una località turistica ha bisogno per fare il salto definitivo nella modernità del turismo.

Alessandro Rizzante (Fiditurismo) non ha dubbi: «La competitività nel mondo del turismo passa solo attraverso la qualità delle nostre strutture. Per questo oggi una delle priorità assolute su cui dobbiamo puntare è la riqualificazione dei nostri alberghi. Come Fiditurismo», aggiunge, «stiamo cercando tutte le alleanze necessarie e utili per sostenere il comparto e i nostri imprenditori perché possano accedere in forma privilegiata al credito necessario per riqualificare le strutture. In questo contesto emerge con forza la necessità per Fiditurismo di stringere alleanze per rafforzare il sistema di garanzia con l’obiettivo di facilitare in forma competitiva l’accesso al credito per i suoi soci.

Da due anni Fiditurismo sta inoltre lavorando per definire con il mondo bancario un rating che riconosca e tenga conto delle specificità del settore turistico – ricettivo, e sta attualmente svolgendo tramite la società di consulenza Scouting, grazie al sostegno della Camera di Commercio di Venezia, una ricerca sull’andamento economico e la sostenibilità finanziaria per la riqualificazione alberghiera del comparto balneare».

«A proposito della ricerca», conclude Rizzante, «entro fine anno saranno presentati i risultati complessivi dell’indagine che ha riguardato Jesolo, Caorle e Bibione e Chioggia Sottomarina».

Per quanto riguarda gli appartamenti, anche le maggiori associazioni di riferimento stanno cercando di stimolare nuovi investimenti. Ermanno Veronese, dell’agenzia 5 Spiagge, rilancia una proposta interessante: «Dovremmo avere una speciale commissione per dare le stelle anche agli appartamenti», dice, «sarebbe un salto di qualità importante per la nostra offerta. E poi chi affitta appartamenti o camere dovrebbe comunicare tutti i dati obbligatoriamente in modo tale da avere garanzia sulla sicurezza e per avere una banca dati davvero precisa per il nostro settore».

da nuovavenezia.gelocal.it