Stagione 2014 : turisti italiani a Bibione

Italiani a Bibione: aumentano i giorni di permanenza media
Nella stagione 2013, però, le presenze dei nostri connazionali evidenziano un calo del 10,6% sul 2012

Turisti italiani Bibione 2014Gli arrivi dei turisti italiani a Bibione rappresentano, nella stagione 2013, il 31,4% del totale; le regioni italiane di provenienza più significative sono Veneto (44,1%), Lombardia (23,3%) e Friuli Venezia Giulia (16,7%). Le presenze dei turisti italiani rispetto al 2012 evidenziano un calo del 10,6%, che si traduce in oltre 1,7 milioni di notti trascorse nella località balneare. Aumentano però i giorni di permanenza media che si attestano a 7,6 giorni.

A confermare l’andamento dei flussi turistici a Bibione, intervengono i dati raccolti dai portali di prenotazione online bibione.eu e abaviaggi.it dell’Associazione Bibionese Albergatori, da cui emerge che per la stagione 2013 il 48,2% delle prenotazioni proviene dall’estero: Austria per il 26,3%, Germania 11,4% e Polonia e Ungheria per il 2,6%.

Per le visite al portale la maggior parte degli italiani proviene da Milano, Vicenza e Treviso. “Bibione, pur registrando nel 2013 un calo negli arrivi del -5,6%, continua ad essere una delle mete più visitate dell’Alto Adriatico grazie alla qualità del servizio turistico offerto. Le attività organizzate nella località balneare – afferma Vania Prataviera, presidente dell’Associazione Bibionese Albergatori – hanno sicuramente contribuito a fare di Bibione la località turistica più conosciuta ed apprezzata anche dai turisti stranieri, specie dell’Est Europa.

Gli investimenti realizzati dall’Associazione Bibione Albergatori hanno contribuito alla crescita di notorietà della località attraverso internet. Desideriamo anche per il 2014 incrementare le già numerose iniziative proposte nel territorio, spaziando dalle attività sportive in spiaggia, alle degustazioni di piatti tipici, dalle gare podistiche ai club di prodotto. Siamo fiduciosi in merito ad una ripresa del settore turistico che sempre più si rivolge ai nuovi mercati dell’Est Europa, consapevoli che l’offerta di Bibione possa vincere la competizione con le altre mete balneari”.

da guidaviaggi.it